Stitichezza

Oggigiorno circa un terzo della popolazione soffre di costipazione o stitichezza cronica. Generalmente occorre fare una distinzione fra:

  • stitichezza semplice, che si manifesta occasionalmente o in situazioni particolari quali, un improvviso cambiamento nelle abitudini alimentari, la carenza di liquidi o lo stress;
  • stitichezza acuta, provocata spesso da un blocco intestinale, per il quale occorre ricorrere ad un intervento medico-specialistico;
  • stitichezza cronica, che comporta una difficoltà di evacuazione che si protrae per un lungo periodo di tempo.

Le cause della stitichezza possono essere molteplici e vanno distinte in:

  • cause primarie (cioè correlate a determinate patologie che influiscono sul corretto funzionamento intestinale, patologie ostruttive o alterazioni anatomiche dell'apparato digerente);
  • cause secondarie che comprendono lo stile di vita (alimentazione, disidratazione, sedentarietà, stress), effetti collaterali di farmaci, alcune malattie metaboliche, neurologiche e psichiatriche.

Tuttavia è possibile che, in presenza di stitichezza cronica, non venga riscontrata nessuna delle cause sopracitate. In tale caso si parla di stitichezza idiopatica.

Risulta importante sapere che la peristalsi intestinale (cioè i movimenti automatici dell'intestino) è controllata dal sistema neuroenterico il quale a sua volta fa parte del sistema neurovegetativo. All'interno di tale sistema svolge un ruolo fondamentale il nervo vago, che origina dal tronco encefalico, passa nel foro giugulare adiacente all'Atlante e arriva fino all'addome.

Se il nervo vago, durante il suo "tragitto", risulta compresso o intrappolato potrebbe non funzionare adeguatamente ed essere esso stesso la causa della stitichezza ricorrente: attraverso il riallineamento dell'Atlante è possibile liberarlo, permettendogli di ristabilire le sue funzionalità.

Successivamente al riallineamento dell'Atlante, molte persone raggiungono una regolarità intestinale prima sconosciuta e possono dire di aver risolto la loro stitichezza.

Prosegui nella lettura: stitichezza e nervo vago