Capacità di autoregolazione e rigenerazione

Grazie al trattamento ATLANTOtec, il corpo attiva una fase di autoregolazione e rigenerazione. La correzione meccanica dell'Atlante è solo l'inizio del processo.

Con il tempo l'intero organismo acquisisce la potenzialità per funzionare al meglio, facendo sì che anche disturbi apparentemente non collegati spesso si risolvano autonomamente.

Non bisogna dimenticare che le cellule del corpo e gli organi hanno bisogno di tempo per rigenerarsi. L'apparato scheletrico e muscolare ha bisogno di tempo per ritrovare un nuovo equilibrio.

Ripristino dell'equilibrio dopo la correzione dell'Atlante

Un cambiamento immediato viene notato più facilmente, a differenza dei cambiamenti lenti e progressivi dei quali spesso non ci si rende nemmeno conto, se non riportando alla mente con spirito analitico lo stato di salute dei mesi precedenti. La tabella sullo stato di salute compilata prima del trattamento, può essere di aiuto in questo senso.

Dopo la correzione dell'Atlante con il metodo ATLANTOtec, l'organismo reagisce in base allo stato fisico e mentale di ogni singola persona. In taluni casi l'equilibrio si ripristina velocemente, in altri, soprattutto nei soggetti il cui organismo funzionava male da lungo tempo, occorrerà avere più pazienza.

La parte del corpo più compromessa è solitamente la parte che si manifesta essere più dolente.

Terapie di supporto dopo la correzione dell'Atlante: massaggi, agopuntura, osteopatia

È possibile accorciare la fase di rigenerazione con l'ausilio di sedute di massaggi, osteopatia (evitare manipolazioni cervicali), Shiatsu o altre terapie manuali. Terapie che magari in precedenza non davano risultati, possono ora portare concreti miglioramenti. Per questo motivo una collaborazione con altri terapisti è molto gradita.

I soggetti affetti da depressione o con una condizione emotiva precaria, manifestano spesso una fase di rigenerazione più lunga. Sono stati osservati anche alcuni casi "limite" nei quali l'organismo risulta troppo malato e non dispone più delle risorse e della forza di autoguarigione necessarie per ottenere una ripresa completa.

Scrocchi durante la fase di rigenerazione

Durante la fase di rigenerazione, di tanto in tanto può succedere di sentire qualche scroscio articolare anche piuttosto forte, proveniente dalla colonna vertebrale, gli stessi prodotti dalle manipolazioni chiropratiche per intenderci. Questo è del tutto normale, non indica assolutamente che l'Atlante sia tornato a disallinearsi, ma al contrario, sono l'espressione del progressivo aggiustamento delle vertebre sottostanti subordinate all'Atlante.

Di solito questo scrocchio è accompagnato da una sensazione di liberazione. Gli scrocchi possono proseguire anche per diversi mesi dopo il trattamento; solitamente, terminata la fase di assestamento, si potrà constatare che la forma della propria colonna vertebrale è migliorata.

Differenti tempi di reazione dopo il riallineamento dell'Atlante

Quanto può durare la fase di rigenerazione?

Non è possibile definire la durata del processo di rigenerazione.

Può variare considerevolmente in funzione delle caratteristiche fisiche e mentali specifiche di ogni singolo individuo e del suo stato di salute generale.

Ci sono persone che vedono sparire i propri disturbi in un lasso di tempo brevissimo, altre devono aspettare alcuni mesi per ottenere un miglioramento.

Ci sono anche casi nei quali i disturbi non si riducono affatto, a causa della presenza di altri problemi che pregiudicano la guarigione.