Cervicalgia

Con il termine cervicalgia si definiscono una serie di dolori che sopravvengono a livello del collo e possono irradiarsi anche alle spalle e alle braccia, determinando nel soggetto colpito difficoltà a compiere determinati movimenti.

La cervicalgia è un disturbo molto diffuso nel mondo occidentale, determinato da una serie di cause che intervengono, talvolta singolarmente, talvolta sommandosi fra loro. Tra le principali cause della cervicalgia vanno annoverati lo stile di vita improntato ad un’eccessiva sedentarietà, la mancanza di movimento ed i traumi, in particolare il colpo di frusta cervicale, spesso riconducibile agli incidenti stradali e alle attività sportive violente.

Il dolore nella cervicalgia insorge generalmente a causa di una serie di microlesioni a carico dei muscoli, delle articolazioni e dei legamenti cervicali.

Per curare i dolori indotti dalla cervicalgia, il medico spesso prescrive farmaci analgesici, ricorrendo nei casi più seri anche ad infiltrazioni a base di anestetici locali o corticosteroidi.

Superata la fase acuta, la terapia della cervicalgia viene portata facendo ricorso alla fisioterapia, ad attività sportive che contrastino la sedentarietà, ad operazioni volte a correggere posture viziate.

Un Atlante disallineato può essere responsabile, tanto della scorretta postura del corpo, quanto di un eccessivo sovraccarico della muscolatura che sostiene il capo, che tende ad irrigidirsi, poiché costretta a compensare il disallineamento.

Il riallineamento dell’Atlante secondo la tecnica ATLANTOtec, favorendo il ripristino della corretta posizione del corpo, ed il rilassamento della muscolatura, ha già risolto molti casi di cervicalgia cronica.

Prosegui nella lettura: cervicalgia e cefalea muscolo-tensiva