• Home
  • Cefalea a grappolo

Cefalea a grappolo

La cefalea a grappolo si manifesta all’improvviso e senza cause apparenti. Penetra come un chiodo nella testa e arriva fino agli occhi, tanto da far quasi impazzire le persone che ne soffrono. La cefalea a grappolo è il mal di testa più acuto e colpisce a ondate periodiche, che possono durare anche fino ad alcune settimane prima di cessare, per poi ricominciare quando meno lo si aspetti.

Finora è stato possibile chiarire l’origine della cefalea a grappolo solo in parte; i ricercatori attribuiscono la cefalea a grappolo a un’infiammazione del plesso venoso posteriore ai bulbi oculari, il ristagno del sangue aumenta la pressione venosa interna, irritando così i numerosi algorecettori presenti. Tuttavia, non vi sono spiegazioni né terapie, secondo i medici, per l’infiammazione ricorrente continua.

Il disallineamento dell’Atlante, con la pressione meccanica esercitata sull’arteria vertebrale e su altri vasi sanguigni, può compromettere la circolazione sanguigna del cervello e favorire o addirittura scatenare cefalee di ogni tipo. Anche la cefalea a grappolo può scomparire o attenuarsi progressivamente grazie al riallineamento dell’Atlante secondo la tecnica ATLANTOtec.

Prosegui nella lettura: cefalea a grappolo

Videointervista nevralgia del trigemino

racconti dopo il riallineamento dell'Atlante