Bild_Home
Home Disturbi del ritmo cardiaco
Stampa E-mail

Disturbi del ritmo cardiaco

I disturbi del ritmo cardiaco possono essere considerati innocui, ma al tempo stesso anche potenzialmente pericolosi, dal momento che potrebbero costituire la spia di patologie di una certa gravità. Di conseguenza, è sempre bene sottoporsi all'attenzione di uno specialista, nel caso si avvertano disturbi del ritmo cardiaco.

Per il medico sarà necessario prescrivere una terapia sia nel caso che i disturbi del ritmo cardiaco abbiano un'origine di tipo organico, sia qualora essi derivino da disfunzioni del metabolismo.

A volte una causa apparentemente manifesta ne nasconde una più profonda.

Anche nel caso dei disturbi del ritmo cardiaco è possibile che una disfunzione del nervo vago costituisca una causa o una concausa del fenomeno.

Il nervo vago, facendo parte del sistema nervoso vegetativo, regola gli organi interni, tra i quali il cuore. In tal modo, contrastando il nervo simpatico, il nervo vago regola la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e il metabolismo (oltre a svolgere molte altre funzioni).

Se nel suo percorso, in uscita dalla base del cranio, il nervo vago risulta schiacciato, a causa del disallineamento dell’Atlante, è facilmente immaginabile come, in virtù di ciò, possa subentrare una disfunzione, accompagnata da molteplici conseguenze.

Il riallineamento dell’Atlante secondo il metodo ATLANTOtec® può avere effetti benefici non soltanto sui disturbi del ritmo cardiaco, ma anche su altri disturbi vegetativi, come per esempio l'ipertensione o la pressione del sangue eccessivamente bassa.

 

facebook-banner-it

 

 
TwitterGoogle

 

orange